CelluloidE

CelluloidE Le persone del cinema e di cinema con un occhio particolare al sol levante
(8)

CINE-CONSIGLI TV.Mistero a Crooked House - Paramount - 21.10
08/07/2020

CINE-CONSIGLI TV.

Mistero a Crooked House - Paramount - 21.10

08/07/2020
Johnny Guitar - Trailer

JOHNNY GUITAR
Regia: Nicholas Ray
Anno: 1954

Gambling house operator Vienna seeks control of a town as archrival Emma Small sets out to force Vienna out of town. The timely arrival of Johnny Guitar thwa...

08/07/2020
Young Adult - Trailer italiano ufficiale

YOUNG ADULT
Regia: Jason Reitman
Anno: 2011

Il trailer italiano di Young Adult, il nuovo film di Jason Reitman (regista di Juno e Tra le nuvole) con Charlize Theron. Scritto dal premio Oscar Diablo Cod...

#MOVIEPOSTERSLOCANDINE - QUELLE BELLE !LOVE & PEACE - 2015 - Sion Sono.
08/07/2020

#MOVIEPOSTERS

LOCANDINE - QUELLE BELLE !

LOVE & PEACE - 2015 - Sion Sono.

08/07/2020
CelluloidE

ANOTHER EARTH
Regia: Mike Cahill
Anno: 2011

08/07/2020
I Origins Official Trailer (2014) HD

I ORIGINS
Regia: Mike Cahill
Anno: 2014

I Origins Official Trailer starring Michael Pitt, Brit Marling, Astrid Bergès-Frisbey and directed by Mike Cahill. A molecular biologist and his laboratory p...

Più si insisterà, anche da parte di certa critica seria (?) a Far intendere che il Cinema debba essere Industria come pr...
08/07/2020

Più si insisterà, anche da parte di certa critica seria (?) a Far intendere che il Cinema debba essere Industria come priorità (lasciamolo fare agli Amerikani, da Noi nacque subito e prima come forma d'arte) e più si sforneranno UNICAMENTE prodotti commerciali sulla base unica di cosa televisivamente vuole vedere il pubblico, e PIÙ andremo verso un appiattimento e livellamento verso Il basso, QUINDI, in tempi di crisi, il Cinema sarà sempre più considerato NON essenziale.
Se invece, chi di dovere, fa il suo bel lavoro per bilanciare il lato ARTISTICO e Autoriale, non solo di mero "media", allora qualcosa di BUONO ne uscirà sempre, sennò la gente prenderà sempre più per buono il considerare come dozzinale la settima ARTE.
E ci perderemo davvero TANTO !

Nicholas Ray, pseudonimo di Raymond Nicholas Kienzle (Galesville, 7 agosto 1911 – New York, 16 giugno 1979), è stato un ...
08/07/2020

Nicholas Ray, pseudonimo di Raymond Nicholas Kienzle
(Galesville, 7 agosto 1911 – New York, 16 giugno 1979),
è stato un regista statunitense, marito dell'attrice Gloria Grahame.

Dopo aver studiato architettura con Frank Lloyd Wright si dedicò al teatro, affermandosi come attore e regista, collaborando anche con Elia Kazan, di cui sarà aiuto regista in Un albero cresce a Brooklyn. Esordì nel cinema nel 1948, dirigendo il noir La donna del bandito, e inaugurando un personale approccio, fondamentale per la revisione della retorica dei generi cinematografici classici, avvertibile in particolar modo nei toni lirici e struggenti del western crepuscolare Il temerario (1952) con Susan Hayward e Robert Mitchum, storia di un campione di rodeo in declino che s'innamora, apparentemente non ricambiato, di una donna sposata.

Temi congeniali a Ray furono, fin dall'inizio, la condizione dell'isolamento a cui soggiace l'individuo che rifiuta le convenzioni dell'ambiente sociale e le inquietudini e le ribellioni della gioventù americana, temi che Ray affrontò nei suoi migliori film come I bassifondi di San Francisco (1949) e Gioventù bruciata (1955).

In seguito, indulgendo al suo spiccato senso dello spettacolo, Ray realizzò film di interesse puramente commerciale come Ombre bianche (1960), Il re dei re (1961) e 55 giorni a Pechino (1963). Uno stile asciutto, in equilibrio tra realismo e simbolismo, con un'attenzione forte per l'architettura dell'inquadratura. Si cimentò anche come sceneggiatore e in altri ruoli tecnici del cinema. Morì a causa di un tumore polmonare.

Dopo un'attività teatrale, radiofonica e televisiva, esordì a Hollywood (1947) con La donna del bandito, che già esprimeva l'irrequietezza adolescenziale, l'angoscia notturna, il pathos della sconfitta, in cui compaiono per la prima volta i suoi personaggi preferiti, giovani sconfitti, alla ricerca di libertà, ribelli alle autorità, poi ricorrenti nei suoi film ( Hai sempre mentito, 1948, I bassifondi di San Francisco, 1949; con H. Bogart, un film d'accusa contro la società, sulla criminalità giovanile, Il diritto di uccidere, 1950; Il temerario, 1952, una rivisitazione dei miti western, con J. Wayne, La vera storia di Jess il bandito, 1956; Il paradiso dei barbari, 1958; Il dominatore di Chicago, 1958). Ma i due che gli diedero la fama furono il western Johnny Guitar (1953), incentrato su una parodia dei due protagonisti ben lontani dai mitici pistoleri del genere, sul tema dell'odio e dell'amore e della rivalità, e l'esemplare ritratto esistenziale Gioventù bruciata (1955), con J. Dean "ribelle senza una causa", pellicola che analizza in primo luogo le forme tradizionali del comportamento giovanile con i caratteristici eccessi, la ricerca di affetto, l'incomunicabilità e la disperazione esistenziale. L'insuccesso dei kolossal Il re dei re (1961) e55 giorni a Pechino (1963) provocò una lunga eclisse, dalla quale riemerse con un tentativo sperimentale di inchiesta in un campus universitario realizzato con i suoi studenti alla New York University ( We Can't Go Home Again, 1972) e con alcune partecipazioni come attore. Dopo essere apparso in L'amico americano (1977), compose con lo stesso regista W. Wenders il film-testamento sulla propria morte per cancro ( Nick's Movie - Lampi sull'acqua, 1979-80).

FILMOGRAFIA:
https://it.wikipedia.org/wiki/Nicholas_Ray#Filmografia

Charlize Theron (Benoni, 7 agosto 1975) è un'attrice, produttrice cinematografica e modella sudafricana naturalizzata st...
08/07/2020

Charlize Theron (Benoni, 7 agosto 1975) è un'attrice, produttrice cinematografica e modella sudafricana naturalizzata statunitense.

Ha recitato in diversi film tra cui L'avvocato del diavolo (1997), Il grande Joe (1998), Le regole della casa del sidro (1999), The Italian Job (2003), Hancock (2008), Biancaneve e il cacciatore (2012), Prometheus (2012), Mad Max: Fury Road (2015) e Il cacciatore e la regina di ghiaccio (2016).

Ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione della serial killer Aileen Wuornos in Monster (2003), per il quale ha vinto l'Oscar alla miglior attrice, il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico, uno Screen Actors Guild Award e l'Orso d'argento al Festival di Berlino, diventando la prima sudafricana a vincere un Oscar in una categoria importante. Ha ricevuto inoltre una seconda candidatura all'Oscar e al Golden Globe per il film North Country - Storia di Josey nel 2005 e una terza candidatura ai Golden Globe per Young Adult nel 2012.

Charlize Theron (Benoni, 7 agosto 1975) è un'attrice, produttrice cinematografica e modella sudafricana naturalizzata statunitense.

Ha recitato in diversi film tra cui L'avvocato del diavolo (1997), Il grande Joe (1998), Le regole della casa del sidro (1999), The Italian Job (2003), Hancock (2008), Biancaneve e il cacciatore (2012), Prometheus (2012), Mad Max: Fury Road (2015) e Il cacciatore e la regina di ghiaccio (2016).

Ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione della serial killer Aileen Wuornos in Monster (2003), per il quale ha vinto l'Oscar alla miglior attrice, il Golden Globe per la migliore attrice in un film drammatico, uno Screen Actors Guild Award e l'Orso d'argento al Festival di Berlino, diventando la prima sudafricana a vincere un Oscar in una categoria importante. Ha ricevuto inoltre una seconda candidatura all'Oscar e al Golden Globe per il film North Country - Storia di Josey nel 2005 e una terza candidatura ai Golden Globe per Young Adult nel 2012.

Nel 1995 esordisce nel cinema con Children of the Corn III: Urban Harvest e successivamente nel 1996 con Due giorni senza respiro, accanto a James Spader, dove l'attrice indossa i panni dell'affascinante e sensuale Helga. Dopo Music Graffiti, diretto da Tom Hanks, la notorietà arriva nel 1997 con L'avvocato del diavolo, accanto ad Al Pacino e Keanu Reeves, e con Le regole della casa del sidro del 1999. In seguito al drammatico The Astronaut's Wife - La moglie dell'astronauta, dimostra le sue capacità artistiche in La leggenda di Bagger Vance del 2000 per la regia di Robert Redford, in cui recita il ruolo di una ragazza che fa perdere la testa a un giocatore di golf, ex eroe di guerra. La si ricorda anche in Sweet November - Dolce novembre, dove ritorna al fianco di Keanu Reeves, nel quale interpreta il ruolo di una ragazza malata di cancro, Sara, che cerca di far apprezzare la vita al cinico Nelson (Reeves), in 24 ore, thriller del 2002, e nel popolare The Italian Job del 2003, con Mark Wahlberg.

La consacrazione internazionale avviene nel 2004 con Monster, in cui interpreta la serial killer Aileen Wuornos. Per questo film Charlize vince l'Oscar come migliore attrice, il SAG Award e il Golden Globe: è stata la prima sudafricana a vincere un premio internazionale per la recitazione. Il critico cinematografico e sceneggiatore Roger Ebert la definì: "una delle più grandi performance della storia del cinema": nella pellicola la Theron si è sottoposta ad estenuanti ore di trucco, apparendo sullo schermo imbruttita ed ingrassata di 15 kg. Per questo ruolo, l'attrice guadagna 10.000.000 di dollari, cifra che resterà inalterata anche per i successivi film, e che la farà entrare nella lista delle attrici più pagate di Hollywood nel 2006, posizionandosi al settimo posto, dietro Halle Berry, Cameron Diaz, Drew Barrymore, Renée Zellweger, Reese Witherspoon e Nicole Kidman. Nel 2004 è anche in Gioco di donna, in cui interpreta una donna del mondo dello spettacolo che durante la guerra civile spagnola combatte, insieme a un'amica (interpretata da Penélope Cruz), contro le truppe di Francisco Franco.

Nel 2005 interpreta North Country - Storia di Josey, ispirato alla prima causa per molestie sessuali sul lavoro negli Stati Uniti che le vale la candidatura all'Oscar alla migliore attrice e al Golden Globe, e il film di fantascienza Æon Flux - Il futuro ha inizio tratto dall'omonima serie televisiva animata trasmessa da MTV negli anni novanta (durante la lavorazione del film scivola durante una scena acrobatica, riportando un'ernia al disco fra la sesta e la settima vertebra e la compressione della sacca di liquido vicino al midollo spinale). Nel 2008 prende parte al cast del film Hancock.

Nel 2011 è protagonista della commedia Young Adult dove interpreta Mavis, scrittrice frustrata di romanzi per ragazzini, che torna nella propria cittadina natale con l'obiettivo di riconquistare la sua vecchia fiamma del liceo.[2] La pellicola le fa ottenere una nomination ai Golden Globe come Miglior attrice protagonista in una Commedia. Nel 2012 è protagonista del film Biancaneve e il cacciatore a fianco di Kristen Stewart e Chris Hemsworth, e partecipa a Prometheus di Ridley Scott. Nel 2015 è protagonista insieme a Tom Hardy del film Mad Max: Fury Road.

FILMOGRAFIA:
Grano rosso sangue 3 (Children of the Corn III: Urban Harvest), regia di James D.R. Hickox (1995) – non accreditata
Due giorni senza respiro (2 Days in the Valley), regia di John Herzfeld (1996)
Music Graffiti (That Thing You Do!), regia di Tom Hanks (1996)
Ancora più scemo (Trial and Error), regia di Jonathan Lynn (1997)
L'avvocato del diavolo (The Devil's Advocate), regia di Taylor Hackford (1997)
Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
Il grande Joe (Mighty Joe Young), regia di Ron Underwood (1998)
The Astronaut's Wife - La moglie dell'astronauta (The Astronaut's Wife), regia di Rand Ravich (1999)
Le regole della casa del sidro (The Cider House Rules), regia di Lasse Hallström (1999)
Trappola criminale (Reindeer Games), regia di John Frankenheimer (2000)
The Yards, regia di James Gray (2000)
Men of Honor - L'onore degli uomini (Men of Honor), regia di George Tillman Jr. (2000)
La leggenda di Bagger Vance (The Legend of Bagger Vance), regia di Robert Redford (2000)
Sweet November - Dolce novembre (Sweet November), regia di Pat O'Connor (2001)
15 minuti - Follia omicida a New York (15 Minutes), regia di John Herzfeld (2001) – cameo
La maledizione dello scorpione di giada (The Curse of the Jade Scorpion), regia di Woody Allen (2001)
24 ore (Trapped), regia di Luis Mandoki (2002)
Amici di... letti (Waking Up in Reno), regia di Jordan Brady (2002)
The Italian Job, regia di F. Gary Gray (2003)
Monster, regia di Patty Jenkins (2003)
Gioco di donna (Head in the Clouds), regia di John Duigan (2004)
Tu chiamami Peter (The Life and Death of Peter Sellers), regia di Stephen Hopkins (2004)
North Country - Storia di Josey (North Country), regia di Niki Caro (2005)
Æon Flux - Il futuro ha inizio (Æon Flux), regia di Karyn Kusama (2005)
Nella valle di Elah (In the Valley of Elah), regia di Paul Haggis (2007)
Battle in Seattle - Nessuno li può fermare (Battle in Seattle), regia di Stuart Townsend (2007)
Sleepwalking, regia di William Maher (2008)
Hancock, regia di Peter Berg (2008)
The Burning Plain - Il confine della solitudine (The Burning Plain), regia di Guillermo Arriaga (2008)
The Road, regia di John Hillcoat (2009)
Young Adult, regia di Jason Reitman (2011)
Biancaneve e il cacciatore, regia di Rupert Sanders (2012)
Prometheus, regia di Ridley Scott (2012)
Un milione di modi per morire nel West (A Million Ways to Die in the West), regia di Seth MacFarlane (2014)
Dark Places - Nei luoghi oscuri (Dark Places), regia di Gilles Paquet-Brenner (2015)
Mad Max: Fury Road, regia di George Miller (2015)
Il cacciatore e la regina di ghiaccio (The Huntsman: Winter's War), regia di Cedric Nicolas-Troyan (2016)
The Last Face, regia di Sean Penn (2016)

Billie Burke, nome completo Mary William Ethelbert Appleton Burke (Washington, 7 agosto 1884 – Los Angeles, 14 maggio 19...
08/07/2020

Billie Burke, nome completo Mary William Ethelbert Appleton Burke
(Washington, 7 agosto 1884 – Los Angeles, 14 maggio 1970), è stata un'attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.

Nata nel 1884 a Washington, era figlia di Blanche e William E. 'Billy' Burke, un famoso clown conosciuto a livello internazionale. Crebbe seguendo con il circo i genitori in tournée per l'America e per l'Europa, prima che questi mettessero le loro radici a Londra.

Nel 1903, Billie, che all'epoca aveva 18 anni, debuttò in teatro in Inghilterra, acquisendo presto una certa popolarità. Ma fu a Broadway che ottenne il vero successo: dal 1910 al 1913 brillò per grazia e verve in pièce come Mrs. Dot, Suzanne, The Runaway, The "Mind-the-Paint" Girl e The Land of Promise. Lodata dal pubblico e dalla critica, diventò a pieno titolo una star di Broadway quando nel 1914 sposò il leggendario impresario Florenz Ziegfeld.

Billie Burke, nome completo Mary William Ethelbert Appleton Burke
(Washington, 7 agosto 1884 – Los Angeles, 14 maggio 1970), è stata un'attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.

Nata nel 1884 a Washington, era figlia di Blanche e William E. 'Billy' Burke, un famoso clown conosciuto a livello internazionale. Crebbe seguendo con il circo i genitori in tournée per l'America e per l'Europa, prima che questi mettessero le loro radici a Londra.

Nel 1903, Billie, che all'epoca aveva 18 anni, debuttò in teatro in Inghilterra, acquisendo presto una certa popolarità. Ma fu a Broadway che ottenne il vero successo: dal 1910 al 1913 brillò per grazia e verve in pièce come Mrs. Dot, Suzanne, The Runaway, The "Mind-the-Paint" Girl e The Land of Promise. Lodata dal pubblico e dalla critica, diventò a pieno titolo una star di Broadway quando nel 1914 sposò il leggendario impresario Florenz Ziegfeld.

Negli anni venti continuò a mietere successi sulle scene, ma per aiutare suo marito, rimasto economicamente distrutto dalla Grande depressione del 1929, la Burke iniziò a lavorare a Hollywood, interpretando soprattutto eccentriche e svanite signore dell'alta società, personaggi consoni alla sua vis comica ai quali l'attrice univa una voce dai toni volutamente acuti e sgraziati. Tra i film da lei interpretati, si ricordano due commedie dirette da George Cukor, Febbre di vivere (1933), con Katharine Hepburn, e Pranzo alle otto (1933), con Jean Harlow, ma soprattutto il musical Il mago di Oz (1939) di Victor Fleming, in cui, al fianco di Judy Garland, interpretò splendidamente il personaggio di Glinda, la Strega del Nord.

A partire dagli anni quaranta l'attrice diradò le sue interpretazioni cinematografiche, per dedicarsi alla radio e al teatro. All'inizio degli anni cinquanta apparve ancora nelle commedie Il padre della sposa (1950) e nel suo sequel Papà diventa nonno (1951), entrambi diretti da Vincente Minnelli, mentre il suo ultimo film fu il western I dannati e gli eroi (1960), diretto da John Ford.
Billie Burke morì per cause naturali il 14 maggio 1970, all'età di ottantacinque anni.

FILMOGRAFIA:
https://it.wikipedia.org/wiki/Billie_Burke#Filmografia

Brit Marling, nome completo Alexandra Brittany Marling (Chicago, 7 agosto 1983), è un'attrice, sceneggiatrice, regista e...
08/07/2020

Brit Marling, nome completo Alexandra Brittany Marling
(Chicago, 7 agosto 1983), è un'attrice, sceneggiatrice, regista e produttrice cinematografica statunitense.

Studia presso la Georgetown University, dove si è laureata in economia e arte nel 2005. Dopo aver lavorato per un'estate come analista presso la Goldman Sachs, decide di trasferirsi a Los Angeles con l'allora fidanzato Mike Cahill, un aspirante regista con cui inizia a collaborare senza alcuna formazione nel campo della recitazione.

#NatiOggi ...

Address

6952 Hollywood Blvd
Los Angeles, CA
90028

Alerts

Be the first to know and let us send you an email when CelluloidE posts news and promotions. Your email address will not be used for any other purpose, and you can unsubscribe at any time.

Contact The Business

Send a message to CelluloidE:

Videos

Category

Buongiorno, questa è una Nave di Matti, Matti per il cinema, bello, brutto, di tutto ... ma in fondo, tutti “Veditori di Fim”.

Siamo come una grande Nave che veleggia sul mare della Settima Arte; Qui troverete di TUTTO, amanti del cinema di genere, di cinema d’autore, alto o “basso” che sia, semplice, complicato, d’animazione, sperimentale, traumatico o soave ... e chi lo sa? Forse troverete anche Voi stessi qui a bordo !

Per cui godiamocela e lasciamo La critica, seria o faceta, a chi ne è più capace di Noi e “limitiamoci” ad incurisirci per contaminazione e passaparola del cinema che magari Non conosciamo o di cui avevamo solo sentito parlare e poi, se vogliamo, approfondiamo e visioniamo le nuove frontiere, sempre preferibilmente al Buio di una sala cinematografica ... ENJOY!

Nearby cinemas


Comments

Dal 1° aprile su Sky Cinema
Mille volte grazie❤️
😣😥😭😭
MORALE: I gatti CI ODIANO ! 🤔😍😂 IaIa del Sorriso @Manuela Stevanin Giada Baroni
Il tempo stinge ... E si comincia a correre :(
La pagina migliore di Facebook per seguire gli Oscar! Grandi!!!!
:'( R.I.P. Federico Frusciante